Blog: http://Talk_About_the_passion.ilcannocchiale.it

post rock

ogni tanto sottovaluto la mia vita, giudicandola vuota quando vuota proprio non è. ogni tanto mi guardo indietro e non riesco a vedere tante cose meravigliose che invece ci sono. che fanno parte di me. ogni tanto mi dimentico di tutte le mie passioni e di quelle persone che mi vogliono veramente bene, cosi come sono. e tutto per colpa di un pensiero maligno che puntualmente torna a farsi vivo.
ogni tanto capita, sì, ma poi passa.
ho talmente tante cose per la mente, che non riesco a dirle, come dice manuel agnelli.
vorrei parlare delle mie paure, dei miei dubbi,
dei miei sentimenti, di quello che provo quando penso al passato e di come mi immagino il mio futuro,
di quanto io spesso mi senta diversa dai miei coetanei, invidiandoli, senza tenere conto della
mia di vita, che fino ad ora ho cercato di salvare dalla banalità e dalla noia,
di quanto io mi senta innamorata di lui,
dell'arte, della storia,
di tutte le cose belle create dall'uomo,a cui ho la fortuna di potermi dedicare,
di mia madre quando mi ha detto, abbracciandomi, che non saprebbe come fare se non ci fossi io, e di quanto la cosa mi abbia resa felice in quel momento, alle due di una notte qualunque,
di come riesca sempre ad emozionarmi la musica, anche nei momenti in cui non me lo aspetto,
come adesso
è l'una e cinquantasei e io sto ascoltando qualcosa di bellissimo
ha un nome un po'  nordico, si chiama Von
[chissà se significa "speranza", "oscurità letto al contrario", o se sono solo tre lettere]
mi fa pensare a una vita che nasce, e mi fa pensare che non sono sola. e che alla fine doveva andare cosi.
non poteva essere altrimenti.

Pubblicato il 14/12/2007 alle 0.4 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web